Art de Vivre

MARTIN MARGIELA: IL DESIGNER SENZA VOLTO

Posted on in Art de Vivre

Una mostra in corso al Palais Galliera di Parigi e la promozione del documentario “We Margiela” uscito lo scorso anno e  presentato in anteprima al Fashion Institute of Technology di New York . Tempo di celebrare la carriera trentennale del designer che, senza mai mostrare il suo volto ai media ,ha destrutturato e ristrutturato i canoni della moda.

Esposizione Margiela / Galliera aperta al pubblico dal 3 Marzo al 15 Luglio 2018 al Musée de la mode Galliera , Rue de Galliera 75016, Paris.

Panoramica completa sui trent’anni di attività del Designer, la prima retrospettiva allestita a Parigi dedicata a Martin Margiela offre, attraverso oggetti, proiezioni, installazioni e oltre un centinaio di abiti, una ricostruzione cronologica del lavoro innovativo e rivoluzionario dell’artista belga dal 1989 al 2009.

Margiela compie i suoi studi al Royal Academy of Fine Arts di Antwerp (Anversa) e lancia la sua prima collezione nella primavera /estate nel 1989 a Parigi, città in cui fonderà la sua Maison.

Rifiutandosi di comparire alla fine delle sfilate per ringraziare il pubblico, rilasciando un numero limitato d’interviste, fatte quasi sempre a distanza, ed evitando i fotografi, Margiela ha operato una scelta diametralmente in controtendenza con la corsa alla notorietà tipica degli anni ’90. Cercando di fidelizzare il cliente al marchio e non al fondatore, si è guadagnato l’appellativo di leggenda della moda.

Allontanandosi dai canoni estetici del periodo, esordisce con la destrutturazione dei capi, ne svela l’interno, le cuciture, gli orli, le fodere e le spalline e continuerà su questa scia avanzando sempre più un approccio concettuale mai tentato prima nel mondo della moda. Giochi di proporzioni come nella collezione “Oversize” o nella “Barbie” collection nella quale riadatta gli abiti della bambola più famosa del mondo e li rende indossabili.

Con le collezioni Margiela Artisanal il designer orienta pioneristicamente lo sguardo dell’alta moda sulla possibilità di creare abiti unici con tessuti di recupero. Per la serie “Replica” lo stilista riproduce con una precisione stupefacente un serie di abiti provenienti da ogni parte del mondo.

Per conoscere nel dettaglio la storia della Maison e avere  una visione inedita sull’operato dello stilista, sarà utile guardare il documentario “We Margiela”, frutto di interviste accurate ai collaboratori più stretti del designer che offrono un punto di vista accurato circa il contributo rivoluzionario e progettuale apportato  al sistema moda.

Un libro con lo stesso titolo del docufilm verrà pubblicato nei prossimi mesi e sarà composto dalla versione integrale delle interviste fatte ai collaboratori, alla co-founder Jenny Meirens recentemente scomparsa, alla direzione, ai clienti e ai partners. Le illustrazioni saranno fotografie inedite del making of del film.

Rispondi