Icons & Inspirations

PATTI SMITH E ROBERT MAPPLETHORPE: L’AMORE SUBLIMA L’ARTE

Posted on in Icons & Inspirations

Un amore appassionato, di quelli memorabili che ispirano e danno speranza. Questo il sentimento che ha unito la sacerdotessa del rock Patti Smith e il fotografo Robert Mapplethorpe.

Patti & Robert

Racconto a testimonianza di questa bellissima storia è il libro “Just Kids” scritto dalla Smith, attraverso il quale abbiamo accesso alla crescita personale ed artistica di entrambi gli artisti.

Patti Smith and Robert Mapplethorpe 1969

A New York,  agli inizi dei mitici anni ’70 è fin troppo facile incontrare un artista squattrinato in cerca di fortuna; così Patti Smith e Robert Mapplethorpe si conoscono e s’innamorano .

Entrambi ventenni , entrambi  con tanta voglia di esprimersi e sperimentare, voglia di conoscere e conoscere se stessi.

Molti sogni e pochi mezzi li costringevano a qualche sacrificio ; lei lavorava in una libreria, lui si prostituiva. La residenza della giovane coppia era il Chelsea Hotel , celebre per essere stato il teatro della sregolatezza glamour di quegli anni newyorkesi sommersi dalla droga e dalla musica di buona qualità.

Circondati da un ambiente creativo, stimolante e pieno di possibilità, il loro quotidiano è fatto d’incontri con quelli che poi saranno, insieme a loro, i grandi nomi dell’arte , della fotografia e della musica come Janis Joplin, Leonard Cohen, Mick Jagger.

Sebbene amante della musica e della danza, l’aspirazione massima di Patti era la letteratura, in particolar modo la poesia; attraverso la scrittura aveva intenzione di contribuire all’arte nel mondo mentre Robert voleva diffondere con la sua fotografia  una visione differente della sessualità nell’arte, cosa che avvenne non senza grandi polemiche da parte dell’opinione pubblica e la critica.

La complicità, l’empatia, persino la somiglianza fisica; non mancava nulla ai due per compiere, con  il sostegno reciproco, la realizzazione artistica tanto desiderata.

L’affinità spirituale che li unisce più di ogni altro sentimento si rafforzerà nel tempo consentendo loro di ispirarsi a vicenda , di interagire con l’ambiente in  modo proficuo e di non separarsi neanche dopo che Robert si scopre omosessuale.

Il loro rapporto non si logora, si evolve. Conosce gli stadi della naturale crescita di un amore libero , non oppresso da alcuna etichetta o aspettativa:

Solo Amore, Arte e Libertà

Robert Mapplethorpe, malato di aids, si spegne nel marzo del 1989 e Patti gli promette sul letto di morte che racconterà la loro storia .

 Molti sono i ritratti fotografici di Patti scattati da Robert ( la copertina del primo album inciso, Horses, è uno dei più famosi) , tantissimi i riferimenti nelle poesie e nelle canzoni di Patti; in ogni creazione dell’uno è presente l’altro.

 Il libro è stato pubblicato nel 2010; parla di una delle più belle storie d’amore dei nostri tempi, la storia di due anime che, sublimate dall’arte, non si lasceranno mai.

“JUST KIDS” COVER 2010

 

Di per se stessa, l’omosessualità è limitante quanto l’eterosessualità: l’ideale sarebbe essere capaci di amare una donna o un uomo; indifferentemente, un essere umano, senza provare paura, limiti, od obblighi.”

 – Simone De Beauvoir

Rispondi